<
Aprile 2019
>

STAGIONE 2018-2019 DEL TEATRO REGIO DI PARMA

Martedì 30 aprile 2019 - Sabato 25 maggio 2019
Parma - Teatro Regio Strada G. Garibaldi, Parma, PR, Italia
STAGIONE 2018-2019 DEL TEATRO REGIO DI PARMA

Un ballo in maschera, Il barbiere di Siviglia,

Andrea Chénier e il Requiem di Mozart per la Stagione Lirica.

Arcadi Volodos, Ramin Bahrami, Grigory Sokolov e Kazuhito Yamashita i protagonisti della Stagione Concertistica.

Parson Dance Company, Béjart Ballet Lausanne, Yacobson Ballet

Daniele Cipriani, Aterballetto le compagnie ospiti a ParmaDanza.

RegioYoung per le scuole e le famiglie.

Prove  aperte, incontri e occasioni di approfondimento

Teatro Regio di Parma

Ottobre 2018 - Giugno 2019

 

Opera, danza, concerti, spettacoli dedicati ai giovani, ai più piccoli e alle famiglie compongono la Stagione 2018-2019 del Teatro Regio di Parma, con 50 eventi complessivi per oltre 100 appuntamenti da ottobre 2018 a giugno 2019.

 

La Stagione Lirica si apre nel segno di Giuseppe Verdi con lo storico allestimento di Un ballo in maschera, che grazie al restauro realizzato in collaborazione con la Soprintendenza di Parma e Piacenza torna a rivivere dopo oltre un secolo, e prosegue con Il barbiere di Siviglia di Gioachino Rossini, una nuova produzione di Andrea Chénier di Umberto Giordano e si conclude con il Requiem di Wolfgang Amadeus Mozart. Tra gli artisti protagonisti in scena Jessica Pratt, Virginia Tola, Laura Giordano, Teresa Romano, Saimir Pirgu, Luciano Ganci, Claudio Sgura, Michele Pertusi.

 

Quattro gli appuntamenti della Stagione Concertistica, realizzata da Società dei Concerti di Parma in collaborazione con Casa della Musica, che vedranno sul palcoscenico del Teatro Regio i pianisti Arcadi Volodos, Ramin Bahrami, Grigory Sokolov e il chitarrista Kazuhito Yamashita.

 

Béjart Ballet Lausanne, Parson Dance Company, Yacobson Ballet, Daniele Cipriani Entertainment e Aterballetto sono le compagnie ospiti a ParmaDanza, realizzata in collaborazione con Ater e con Arci Caos, per 10 serate dedicate alla coreografia classica e contemporanea.

 

La spada nella roccia è la nuova produzione d’opera prodotta dal Teatro Regio di Parma e dedicata al pubblico dei più piccoli e delle famiglie. Per stimolare la passione al teatro e alla musica sono 13 gli spettacoli, per 48 appuntamenti complessivi, oltre ai laboratori didattici per insegnanti e famiglie, che compongono la nuova stagione di RegioYoung, impreziosita da Opera meno nove, il nuovo progetto di As.Li.Co. dedicato alle famiglie in attesa e da Il viaggio di Roberto, spettacolo musicale sulla vita di Roberto Bachi, in occasione della Giornata della Memoria.

 

La mostra documentaria Nelle felici stanze sul restauro delle scene di Un ballo in maschera, l’omaggio a Marcello Conati per i suoi 90 anni, la presentazione del super audio CD di Prometeo di Luigi Nono, Scrivere d’Opera, il workshop di scrittura critica e il Premio intitolato “Elena Formica”, realizzati col patrocinio delle Associazioni Nazionali dei Critici Musicali e di Teatro sono le novità di Contrappunti, che proporrà inoltre i consueti appuntamenti con Prima che si alzi il sipario a cura di Giuseppe Martini, le prove aperte, la cerimonia in memoria di Giuseppe Verdi.

 

Per il terzo anno consecutivo, il Teatro Regio di Parma organizza il Concorso Internazionale Voci Verdiane Città di Busseto, giunto alla sua 57esima edizione, realizzato sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, in onore e memoria di Carlo Bergonzi, presieduto da Giancarlo Contini Sindaco di Busseto.

 

Per informazioni: Biglietteria del Teatro Regio di Tel. +39 0521 203999 biglietteria@teatroregioparma.it

www.teatroregioparma.it.

 

STAGIONE LIRICA

 

Un ballo in maschera, Il barbiere di Siviglia, Andrea Chénier e il Requiem di Mozart sono i quattro titoli che compongono la Stagione Lirica 2019, da gennaio a maggio.

 

A 20 anni dalla sua ultima rappresentazione al Teatro Regio, Andrea Chénier (5, 7 aprile 2019), il capolavoro di Umberto Giordano ispirato alla vita del poeta all’epoca della Rivoluzione francese, torna in scena nella nuova produzione realizzata con Fondazione Teatro Comunale di Modena, Fondazione Teatri di Piacenza, Fondazione I Teatri di Reggio Emilia, Fondazione Ravenna Manifestazioni. A firmare la regia del nuovo allestimento coprodotto con l’Opéra de Toulon, è Nicola Berloffa, con le scene di Justin Arienti, i costumi di Edoardo Russo e le luci di Valerio Tiberi. In scena Martin Muehle (Andrea Chénier), Claudio Sgura (Carlo Gérard), Teresa Romano (Maddalena di Coigny), Nozomi Kato e Shay Bloch (La mulatta Bersi, La Contessa di Coigny), Antonella Colaianni (Madelon), Felipe Oliveira (Roucher), Alfonso Zambuto (Un “Incredibile”), Roberto Carli (L’Abate) diretti da Giovanni Di Stefano, alla testa dell’Orchestra Regionale dell’Emilia-Romagna e del Coro della Fondazione Teatro Comunale di Modena preparato da Stefano Colò.

 

A chiudere la Stagione Lirica, una delle partiture più amate e conosciute del repertorio sacro: il Requiem in re minore per soli, coro e orchestra K 626 di Wolfgang Amadeus Mozart, interpretato da Jessica Pratt, Veta Pilipenko, Luciano Ganci e Michele Pertusi diretti da Carlo Montanaro sul podio della Filarmonica dell’Opera Italiana “Bruno Bartoletti” e del Coro del Teatro Regio di Parma preparato da Martino Faggiani.

 

STAGIONE CONCERTISTICA

 

Quattro i concerti che in primavera scandiscono la Stagione Concertistica 2019, realizzata da Società dei Concerti di Parma in collaborazione con Casa della Musica, con protagonisti alcuni tra i solisti più apprezzati del panorama mondiale: i virtuosi del pianoforte Arcadi Volodos, per la prima volta a Parma (21 marzo 2019), Ramin Bahrami, che per il suo debutto al Regio ha scelto le Variazioni Goldberg, BWV 988 di Bach (14 aprile 2019), e Grigory Sokolov (14 maggio 2019); chiude la Stagione il chitarrista Kazuhito Yamashita, a Parma nella sua unica tappa italiana nel 2019, protagonista del concerto conclusivo del Niccolò Paganini Guitar Festival in occasione del 179° anniversario della morte del compositore.

 

PARMADANZA

 

Cinque titoli per dieci appuntamenti con protagonisti compagnie di fama internazionale, che portano sul palcoscenico del Teatro Regio, da febbraio a giugno, tutte le anime di ParmaDanza, realizzata in collaborazione con ATER Associazione Teatrale dell’Emilia-Romagna e Arci Caos.

 

 

 

Béjart Ballet Lausanne è protagonista di due serate a dittico (25, 26 maggio) che si aprono con Syncope, coreografia di Gil Roman, direttore artistico della compagnia, su musiche di Citypercussion–Thierry Hochstätter & jB Meier e Frédéric Chopin, con le scene del Teatre-Auditori de Sant Cugat, i costumi di Henri Davila, e luci di Dominique Roman; nella seconda parte Brel et Barbara di Maurice Béjart, sulle musiche del carismatico duo francese che dà il nome alla coreografia, con i costumi di Jean-Paul Knott e le luci di Clément Cayrol realizzate da Dominique Roman.

 

Chiude la rassegna lo spettacolo Bach Project di Aterballetto, dedicato al genio di Johann Sebastian Bach: Sarabande con la coreografia e la scenografia di Jirí Kylián, i costumi di Joke Visser e l’arrangiamento elettronico di Dick Heuff e Domus Aurea, coreografia di Diego Tortelli con le musiche eseguite dal vivo da Ensamble Sentieri Selvaggi, le scene di Massimo Uberti e le luci di Carlo Cerri.

 

REGIOYOUNG

 

RegioYoung, la stagione dedicata al pubblico dei più piccoli e delle famiglie, si rinnova con un ricco calendario di 13 titoli e 28 appuntamenti, ai quali si aggiungono proposte di approfondimento, prove aperte, incontri di formazione, laboratori didattici, momenti ludici, visite guidate e anche giochi di squadra.

 

 

 

Appuntamento al sabato pomeriggio con Fiabe a Sorpresa, lette e interpretate da attrici sulle melodie improvvisate da Elisa Pellizzeri (23 marzo, 6 aprile, 11 maggio 2019). Il progetto, commissionato dal Teatro Regio di Parma in prima assoluta è a cura di Collettivo Artistico Mondo Bello, con la regia di Sabina Borelli, che darà voce ai grandi capolavori della tradizione favolistica insieme a Loredana Scianna, Sandra Soncini, Giorgia Valeri. Come aprendo le pagine di un grande audiolibro vivente verranno fuori storie e avventure da vivere insieme, con la possibilità di riviverle a casa grazie alle registrazioni audio disponibili sul sito del Teatro Regio.

 

 

Lelisir d’amore. Magia DolceAmara (4 maggio 2019) è l’occasione per i bambini da 0 a 3 anni di vivere le prime emozioni del teatro e innamorarsi della musica: prodotto da  As.Li.Co e liberamente ispirato al capolavoro di Gaetano Donizetti, lo spettacolo, ideato da Federica Falasconi e diretto da Eleonora Moro, unisce canto, movimento e musica dal vivo in un’esperienza sensoriale coinvolgente fatta di suoni, colori, parole e passi di danza.

 

Dopo il grande successo delle prime tre edizioni, torna Una notte allopera (17 maggio 2019), realizzata in collaborazione con il Gruppo Appassionati Verdiani Club dei 27 e riservata ai bambini da 7 a 10 anni che, equipaggiati di sacco a pelo, tappetino, pigiama, ciabatte, spazzolino da denti e borraccia potranno trascorrere una notte intera al Teatro Regio, tra stucchi dorati e velluti, alla ricerca di un tesoro nascosto.

 

A chiudere il cartellone di RegioYoung, Lelisir damore. Una fabbrica di idee (17, 18 maggio 2019), inedita riscrittura della celebre opera di Gaetano Donizetti prodotta da As.Li.Co., con la regia di Manuel Renga e le scene di Aurelio Colombo, che insieme firmano i costumi dello spettacolo interpretato dai cantanti As.Li.Co. e dall’Orchestra 1813. Ambientato negli anni ’30 del Novecento, il nuovo allestimento ricostruisce la fabbrica di sciroppo per la tosse Elisir, odiato dai bambini perché molto amaro: nessuno ha ancora avuto il coraggio di cambiarne la ricetta e a farlo saranno proprio i piccoli spettatori che porteranno in teatro gli ingredienti segreti realizzati nel corso dei laboratori per le scuole e le famiglie che precedono il debutto.

 

Stagione lirica

Un ballo in maschera (5 gennaio 2019), Il barbiere di Siviglia (16 marzo 2019), Andrea Chénier (2 aprile 2019) e il Requiem di Mozart ( 30 aprile 2019) saranno raccontati negli appuntamenti di presentazione Prima che si alzi il sipario, a cura dello storico della musica Giuseppe Martini che ne metterà in luce gli aspetti salienti, con l’esecuzione dal vivo di alcuni brani interpretati dagli allievi del Conservatorio di Musica “Arrigo Boito” di Parma, coordinati da Donatella Saccardi.

 

 

 

PREMIO SCRIVERE D’OPERA “ELENA FORMICA”

Concorso di scrittura critica

 

La Fondazione Teatro Regio di Parma promuove la I edizione del Premio Scrivere d’Opera “Elena Formica”. Il concorso di scrittura critica, dedicato all’amata e stimata giornalista della Gazzetta di Parma, è realizzato con il patrocinio dell’Associazione Nazionale dei Critici Musicali e dell’Associazione Nazionale dei Critici di Teatro e in

collaborazione con Gazzetta di Parma. Il Concorso è rivolto agli studenti delle classi IV e V delle scuole secondarie di II grado di Parma e provincia. I partecipanti, dopo aver assistito alla prova aperta o a una recita de Il barbiere di Siviglia nell’ambito della Stagione Lirica 2019, dovranno scrivere una recensione di non oltre 2500 battute, spazi inclusi, che dovrà essere inviata a stampa@teatroregioparma.it entro il 27 aprile 2019. Le recensioni selezionate saranno valutate da una giuria composta da giornalisti e critici teatrali. Le migliori recensioni saranno pubblicate sulla Gazzetta di Parma e i vincitori riceveranno in premio, in una cerimonia pubblica, biglietti e abbonamenti al Teatro Regio di Parma.

 

 

 

 

 

 

 

BIGLIETTERIA DEL TEATRO REGIO DI PARMA

Strada Giuseppe Garibaldi, 16/A 43121 Parma

Tel. +39 0521 203999

biglietteria@teatroregioparma.it

groups@teatroregioparma.it

 

Orari di apertura

Dal 3 settembre 2018

Dal martedì al sabato ore 11.00-13.00, 17.00-19.00

e un’ora e mezza precedente lo spettacolo.

Chiuso il lunedì, la domenica e i giorni festivi.

In caso di spettacolo nei giorni di chiusura, un’ora e mezza precedente lo spettacolo

Per maggiori informazioni clicca sul sito del TEATRO REGIO

 

Forse ti potrebbero interessare: