<
Giugno 2018
>

22 aprile Family-Bike al Parco delle Chiesuole

22 aprile Family-Bike al Parco delle Chiesuole

22 aprile Family-Bike al Parco delle Chiesuole

L'associazione FIAB-PARMA Bicinsieme vi invita a partecipare.

Ritrovo e registrazione ore 9.30 via Bizzozero 15, partenza ore 9.45.

Dal Parco Bizzozero si percorre via Solferino, Strada Martiri della Libertà, Ponte Italia, Via Caprera, Via Volturno, Via Abbeveratoia, Via Colli, Via Valera per arrivare a Vigolante, Madregolo e al Parco dove una guida ci illustrerà il luogo. E’ previsto un ristoro offerto da COOP Alleanza 3.0. Il ritorno avviene sullo stesso percorso. Km 26 A/R.

 

Il Parco delle Chiesuole è stato recentemente riaperto al pubblico ed è gestito dall’Ente Parco del Ducato. L’oasi naturalistica delle Chiesuole rappresenta una risorsa unica per il territorio. Costituisce un piccolo paradiso «dove è bello spostarsi lentamente e godersi il panorama, la flora e la fauna. Profumi, suoni, colori sono i protagonisti.  Le Chiesuole sono una ex cava di ghiaia dimessa dal 1998 dove si è sviluppato un habitat unico nel suo genere: un grande lago ha riempito le voragini che un tempo contraddistinguevano l’area prospiciente il greto del fiume Taro, inclusa all’interno del Parco del Taro, oggi parte del'Ente di Gestione per i Parchi e la biodiversità dell’Emilia Occidentale. Dove un tempo le ruspe la facevano da padrone oggi si può osservare un ampio specchio d’acqua circondato da un vegetazione folta e rigogliosa e, in mezzo al grande lago, tante zattere posizionate dal Parco per favorire la presenza e la nidificazione degli uccelli migratori e non. Portate il binocolo.  

L’ingresso è a pagamento:  bambini di età inferiore ai 12 anni e adulti oltre i 65 non pagano, gli adulti pagano 1 euro.

Capogita Andrea 3398123784. 

 

Registrazione:  1 euro soci FIAB (ass.ne infortuni)  2 euro non soci (ass.ne infortuni e RC) bici in ordine, camera d'aria di scorta, casco obbligatorio per i bambini, vivamente consigliato per gli adulti (i genitori diano il buon esempio).

 

LA FIAB NON E' UN'AGENZIA DI VIAGGI , quindi tutti i partecipanti sono chiamati a contribuire alla buona riuscita della gita rispettando le regole del Codice della strada e le indicazioni del capogita. Chi abbandona il gruppo deve avvisare il capogita, le coperture assicurative non saranno più valide.