Home Eventi Fiere, feste e festival Merende, cene e degustazioni Mercatini Under 14 Spettacoli e Cinema Balletti, ballo e locali Cinema Parma Cinema Provincia Spettacoli Musica classica, sacra e lirica Teatro Tornei, Sport, Natura, Animali Cani, gatti e... Trekking e natura Tornei, giochi e sport Arte e Cultura Arte Incontri e libri Mostre a Parma e provincia Mostre in Emilia Romagna News, corsi e informazioni utili Grandi mostre in Italia Mostre in Italia Promozioni e biglietti

Boschi fatati. Boschi scolpiti, mostra di Marco Fallini nella Chiesa di San Quirino

Parma - Oratorio di San Quirino, Parma
Boschi fatati. Boschi scolpiti, mostra di Marco Fallini nella Chiesa di San Quirino

Chiesa di San Quirino

Da sabato 7 settembre 2019 a domenica 29 settembre 2019

 Inaugurazione sabato 7 settembre ore 11.

Dal 7 al 29 settembre 2019 sarà ospitata, presso l’ex Oratorio di San Quirino, l’esposizione fotografica “Boschi fatati. Boschi scolpiti” del fotografo parmigiano Marco Fallini, realizzata con il patrocinio e la collaborazione dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Parma.

In mostra sono raccolte circa 70 immagini, nel classico bianco e nero, stampate dallo stesso Fallini in camera oscura, ricavate da negativi in bianco e nero. Le fotografie sono scattate negli ultimi dieci anni sull’Appenino Tosco – Emiliano (Val Parma, Val Taro, Lunigiana) e nella Bassa Parmense (Parma Morta di Mezzani Inferiore, Coenzo e l’area golenale di Zibello).

La mostra inaugurerà al pubblico sabato 7 settembre alle ore 11 alla presenza del fotografo, dell’Assessore alla Cultura Michele Guerra e di Davide Papotti, docente di Geografia all’Università di Parma, che ha dedicato parte della propria ricerca all’analisi e lettura del paesaggio, con particolare attenzione alle metamorfosi degli alberi e alla fotografia di Fallini.

La mostra vuole proporre una lettura e una riflessione sul tema del bosco e degli alberi a partire dalle fotografie in bianco e nero esposte che, attraverso un’atmosfera da fiaba, attirano e inquietano il visitatore nello stesso tempo. Le pose inquadrano parti di natura poco o per nulla contaminate dalle mani dell’uomo, ma spesso modellate dagli agenti atmosferici e dal tempo.

Fallini è un fotografo di altri tempi che, attraverso la cura e il tempo dedicato alla composizione delle proprie fotografie, cerca di riaffermare la qualità meditativa e la potenziale bellezza delle immagini. Si descrive un amatore-fotografo che pratica artigianalmente un’attività definita “antica tecnica di fotografia” e così racconta il suo rapporto con questa tecnica:  «La manualità è una capacità indispensabile per realizzare questi manufatti iniziando dal negativo, lo scatto fotografico, lo sviluppo in camera oscura e alla fine la sua confezione per presentarla su pannelli. A volte penso che le foto mie siano fatte per il solo piacere di stamparle! […]La foto in bianco e nero è una composizione di non colore. Il bianco e nero stampato in camera oscura, con la chimica non è un getto d’inchiostro come le stampe in digitale. Il trattamento sensibile spalmato sulla carta fotografica sono cristalli d’argento, quindi è una superfice viva e se è illuminata si accende dando profondità prospettica».

Il soggetto prediletto da Fallini è appunto il bosco che esercita sul fotografo un fascino particolare «Il bosco fa parte del paesaggio che frequento con passione da lungo tempo, soprattutto quello montano e recentemente anche quello sulle rive dei fiumi. Nel silenzio del bosco possiamo sentire ciò che le piante bisbigliano e così possiamo capire il loro mistero. È un ecosistema positivo che accoglie l’uomo nella sua tranquillità, armonia e bellezza; camminare nel bosco è liberatorio e ci protegge dalla sofferenza. È in questa realtà che ho osservato le architetture dei Boschi Scolpiti dell’Appennino e Fatati del grande fiume il Po».

La mostra è aperta al pubblico, ad ingresso libero, con i seguenti orari: martedì e mercoledì dalle 9 alle 12.30; venerdì pomeriggio dalle 16 alle 19.30; sabato e domenica dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 16 alle 19.30.

Sabato 14 settembre alle ore 18 Fallini, a partire dalle immagini esposte, dialogherà con il professor Alberto Reggianini dell’Accademia delle Belle Arti e sabato 21 settembre, alle ore 18, l’autore sarà nuovamente presente in mostra per dialogare con il pubblico e illustrare le immagini esposte e stampate con la tecnica zonale Ansel Adams.

 

Biografia Marco Fallini

Nato a Parma nel 1943 si avvicina alla fotografia fin dalla gioventù.

È iscritto al CAI di Parma dal 1967 e ha partecipato a vari corsi di roccia e scialpinismo.

Ha percorso a piedi e fotografato le più importanti montagne del mondo: dalla Patagonia all’Islanda, dal Nepal alla Nuova Zelanda, dall’India al Messico ma preferisce camminare sulle montagne di casa nostra, dove i crinali chiudono l’orizzonte verso la Lunigiana, trasferendo nella fotografia le emozioni e la bellezza sinuosa delle colline e dei laghi. È un fotoamatore che sa cogliere il linguaggio della bellezza dell’Appennino, l’armonia delle architetture di pietra, senza trascurare il lavoro e le condizioni di vita della gente del territorio. Molte delle sue immagini sono stampate in bianco e nero. In trent’anni di ricerca fotografica in Appennino ha realizzato una vasta testimonianza fotografica per coloro che apprezzano le riprese dell’ambiente e della gente nella cornice più classica del B/N. Da anni fotografa Parma e il suo territorio nelle architetture romaniche delle Pievi, dei Monasteri, dei castelli e borghi medievali. Ha iniziato a trovare interesse per il territorio della Bassa Parmense, fra gli argini dei suoi fiumi e torrenti. Così il paleo-alveo della Parma Morta. Da ultimo il rinnovo architettonico dissonante della città e del suo territorio.

 

PER LA VOSTRA SOSTA

Ristorante Corale Verdi Vicolo Asdente, 9 a  Parma, e potete  venirci a trovare  anche passando dal Parco Ducale Info e prenotazioni 0521/237912

     Trattoria Ronzoni- Via Bruno Longhi, 3 - 43121 Parma Tel. 0521-230146

Ristorante La Forchetta Borgo S.Biagio 6/D – 43121 Parma (mappa) Tel.0521-208812

Ristorante Angiol D'Or a Parma in Piazza Duomo Vicolo Scutellari, 1  Tel. 0521 282632

RISTORANTE OMBRE ROSSE B.go G. Tommasini, 18 – 43121 PARMA Tel.      0521.289575

Ristorante Il Trovatore via Affò n.2 Parma Tel. 0521.236905  (chuso la domenica)

Le Bistro Piazza Garibaldi, Parma tel. 0521 200188

Bar Ristorante-Pizzeria "Al Petitot" Via Torelli, 1/A (davanti allo stadio Tardini) Tel. 0521-235594/22138

Bastian Contrario Str. Inzani 34/A (lat. via D'Azeglio) Parma tel. 3478113440

Caffetteria La Pulcinella P.zza Picelli 13 tel 0521-711708

HighlanderPub Beershop Di Parma via La Spezia 51/a Parma info: 0521 253921

Trattoria Antichi Sapori Str. Montanara, 318 43124 Gaione - Parma  Tel. 0521 64 81 65

Rangon  Trattoria tipica parmigiana ed enoteca

Borgo delle Colonne, 26 tel. 0521- 231019

Trattoria Scarica Via Martinella, 192 - Alberi (PR) - Tel. 339-7439326   info@trattoriascarica.it CHIUSO IL MERCOLEDI’ E GIOVEDÌ 

Trattoria da Romeo

Via Traversetolo 185/a Botteghino di Porporano Parma tel 0521-641167

PIZZA FANTASY  SERVIZIO GRATUITO A DOMICILIO  in Via Spezia, 57 Parma TEL 0521. 257373 

Jamaica pub parma Via Reggio 41/a 43126 Parma0521781357  pizza e hamburger fino a tardi

Parma - Altro ristopub a Botteghino Via dei Maniscalchi tel. 0521 658270 

Oratorio di San Quirino, Parma
Forse ti potrebbero interessare:

Categorie

Eventi Fiere, feste e festival Merende, cene e degustazioni Mercatini Under 14 Spettacoli e Cinema Balletti, ballo e locali Cinema Parma Cinema Provincia Spettacoli Musica classica, sacra e lirica Teatro Tornei, Sport, Natura, Animali Cani, gatti e... Trekking e natura Tornei, giochi e sport Arte e Cultura Arte Incontri e libri Mostre a Parma e provincia Mostre in Emilia Romagna News, corsi e informazioni utili Grandi mostre in Italia Mostre in Italia Promozioni e biglietti

Cerca