Home Eventi Fiere, feste e festival Food e locali Mercatini Under 14 Speciale Pasqua Fiere, festival e sagre fuori Parma Sport, Natura e Animali e giochi Spettacoli e Cinema Spettacoli Musica classica, sacra e lirica Cinema Parma Cinema in provincia Teatro a Parma e provincia Arte, Cultura e news Arte Incontri e libri News, corsi e informazioni utili Promozioni e biglietti MOSTRE NEL NORD ITALIA MOSTRE A MILANO MOSTRE IN LOMBARDIA MOSTRE IN VENETO MOSTRE A TORINO MOSTRE IN PIEMONTE, VALLE D'AOSTA e LIGURIA MOSTRE IN TRENTINO ALTO ADIGE MOSTRE IN EMILIA ROMAGNA MOSTRE A BOLOGNA MOSTRE IN FRIULI MOSTRE IN ITALIA: CENTRO, SUD E ISOLE MOSTRE A ROMA MOSTRE IN LAZIO MOSTRE IN TOSCANA MOSTRE IN UMBRIA E MARCHE MOSTRE IN CAMPANIA e CALABRIA MOSTRE IN SARDEGNA e SICILIA Mostre in Puglia , Basilicata, Abruzzo e Molise MIIT -MOSTRE IN ITALIA: calendario INAUGURAZIONI MOSTRE IN ITALIA CHIUSURA MOSTRE IN ITALIA MOSTRE PROROGATE TUTTE LE MOSTRE IN ORDINE CRONOLOGICO MIIT - Mostre in Italia Le mostre imperdibili in Italia Mostre in Italia di artisti del XXI secolo Mostre in Italia di artisti del XIX e XX secolo Mostre in Italia di arte moderna Mostre in Italia di arte antica, classica e medievale Mostre fotografiche, multimediali e installazioni in Italia MIIT - NEWS E CRITICA D'ARTE CRITICA D'ARTE OGGI VIVI L'ARTE, fiere, tour e... NEWS DAI MUSEI News d'arte Mostre a Parma e provincia

Lo Sguardo del Sentire: dai grandi maestri del Seicento emiliano alle sculture di Carlo Zauli esposte al Museo Bagatti Valsecchi: la critica

Venerdì 10 maggio 2024 - Domenica 10 novembre 2024
Milano
Lo Sguardo del Sentire: dai grandi maestri del Seicento emiliano alle sculture di Carlo Zauli esposte al Museo Bagatti Valsecchi:  la critica

Critica a cura di Arabella  Salvini

 

Lo Sguardo del Sentire.
Il Seicento emiliano dalle collezioni d’arte Credem.

Museo Bagatti Valsecchi, 10 Maggio-10 Novembre 2024.



 

Docere, delectare, movere: sono queste le tre funzioni della Retorica, già trovate in Cicerone e riprese dal Concilio di Trento, che fungono da leitmotiv e ispirano il titolo della mostra. “Lo Sguardo del Sentire” presenta per la prima volta assieme dieci capolavori del Barocco emiliano della collezione Credem, nella splendida cornice del museo Bagatti Valsecchi nel cuore del quadrilatero della moda milanese.

La casa fu ristrutturata dai fratelli Fausto e Giuseppe a partire dagli anni Ottanta del XIX secolo, ce crea un ambiente tardo rinascimentale adatto ad ospitare la loro ricca collezione di dipinti e manufatti d’arte applicata quattro-cinquecenteschi. Tutto questo senza rinunciare alle più moderne comodità che la Belle Époque sapeva offrire: energia elettrica, riscaldamento e acqua calda, in uno dei palazzi più all’avanguardia della Milano di fine secolo. Oggi è una casa-museo, che si riconferma con questa curatissima mostra come la casa delle collezioni milanese.

Le dieci opere esposte, risalenti al periodo tra la fine del Cinquecento e la prima metà del Seicento, sono parte della collezione d’arte Credem, solitamente custodite a Palazzo Spalletti Trivelli, a Reggio Emilia, sede della Presidenza e della Direzione generale dell’ente bancario. Il piano nobiliare del palazzo è aperto al pubblico solo in alcune occasioni, che permettono di vedere solo parte della ricca collezione al pubblico. In questa mostra ne sono raccolte le dieci opere del barocco emiliano, per la prima volta esposte tutte nello stesso luogo nello stesso momento.

Eccellente l’allestimento, ad opera di Studio Lys: il posizionamento delle opere è significativo, sia per la sua posizione rispetto allo spettatore, sia nella scelta delle stanze dove posizionare ciascun quadro. È centrale nella mostra non solo il sentimento, come da titolo, ma il dialogo: le tele sono infatti posizionate più in basso rispetto al solito, di modo che appaiano più vicine ai visitatori e li catturino in un dialogo più ravvicinato, intimo quasi. L’invito è quello di soffermarsi, osservare i dettagli, perdersi nell’intensità dei sentimenti comunicati da ciascun dipinto e accentuati dalla cornice di ciascuna sala.

La scelta della sala in cui ciascuna tela è stata esposta non è casuale, ma studiata nei minimi dettagli perché dipinto e ambiente comunichino e si valorizzino tra di loro. Così la Maria Maddalena in Gloria Sorretta dagli Angeli, del parmigiano Giovanni Lanfranco, si rapporta direttamente con l’affresco del 1459 che gli sta accanto, raffigurante la Madonna della Misericordia ad opera di Antonio Boselli, in un’unione a due voci che inneggia, appunto, alla misericordia, donata e ricevuta.

L’Ecce Homo di Guido Reni, forse una delle opere più conosciute qui esposte, è valorizzato nell’ambiente della biblioteca. Il Cristo, ritratto in maniera delicatissima, sembra davvero guardare in alto verso la volta stellata dipinta sul soffitto, un chiaro rimando agli albori della filosofia occidentale nell’Antica Grecia, e invitare chi guarda alla contemplazione e alla riflessione proprie della filosofia e della biblioteca.

Il Salvator Mundi di Alessandro Tiarini si colloca perfettamente nella camera da letto di Fausto, personalità molto religiosa come denotano la pala d’altare appesa alla testa del letto e i rimandi a un Memento mori negli arredi. La pala d’altare e il quadro del Tiarini formano un percorso narrativo immediato, dalla natività all’ascesa in gloria dopo la resurrezione del Cristo.

Come ultimo esempio, nella sala da bagno il tema è la forza derivata dall’equilibrio dei quattro elementi simboleggiati nelle fini decorazioni della vasca da bagno, la prima a Milano a disporre di acqua corrente calda. Sono esposti pertanto ai due lati alla vasca due opere di Luca Ferrari detto Luca da Reggio, artista meno conosciuto ma ugualmente d’effetto. Il Davide con la testa di Golia che rappresenta la forza mentale, e la Salomé con la testa del Battista che invece rappresenta la forza della sensualità.

A coronamento di questo percorso nel Barocco, sono infine esposte alcune opere in grès dello scultore Carlo Zauli. La perfetta conclusione di un percorso dedicato al tempo, al presente che guarda a un passato che ha ancora tanto da comunicare. Le opere di Zauli, artista emiliano della seconda metà del Novecento, chiudono in bellezza, facendo meravigliare lo spettatore del colore particolarissimo della ceramica e dalle forme sinuose e naturali che lo scultore ha saputo dare loro. I soggetti sono astratti, ma le tecniche utilizzate sono ancora basate su quelle rinascimentali, con alcune influenze esterne specialmente dal Giappone per ottenere il particolarissimo color grigio che le caratterizza. La spiritualità rimane, nella materia, per ben allacciarsi con il resto dell’esposizione e concludere il percorso con uno sguardo a un artista più vicino temporalmente e forse meno conosciuto.

Ed è proprio alle opere di Zauli che la mostra guarda con particolare attenzione: il Museo Carlo Zauli a Faenza è infatti stato pesantemente colpito dall’alluvione del 2023, che ha danneggiato numerose opere ivi conservate, e 2€ per ciascun biglietto vi saranno devoluti.

La mostra si apre lungo tutto il museo Bagatti Valsecchi, in via Gesù 5, Milano, ed è visitabile dal 10 Maggio al 10 Novembre 2024.

Il museo è aperto mercoledì dalle 13 alle 20, giovedì e venerdì dalle 12 alle 17:45, sabato e domenica dalle 10 alle 17:45. Lunedì e martedì chiuso.

Il costo del biglietto è di 15€, prezzo che include l’audioguida e il contributo per il restauro delle opere di Zauli.


Per maggiori informazioni sulla mostra clicca qui
 



 

Milano
Pubblicato il 11/05/2024

Categorie

Eventi Fiere, feste e festival Food e locali Mercatini Under 14 Speciale Pasqua Fiere, festival e sagre fuori Parma Sport, Natura e Animali e giochi Spettacoli e Cinema Spettacoli Musica classica, sacra e lirica Cinema Parma Cinema in provincia Teatro a Parma e provincia Arte, Cultura e news Arte Incontri e libri News, corsi e informazioni utili Promozioni e biglietti MOSTRE NEL NORD ITALIA MOSTRE A MILANO MOSTRE IN LOMBARDIA MOSTRE IN VENETO MOSTRE A TORINO MOSTRE IN PIEMONTE, VALLE D'AOSTA e LIGURIA MOSTRE IN TRENTINO ALTO ADIGE MOSTRE IN EMILIA ROMAGNA MOSTRE A BOLOGNA MOSTRE IN FRIULI MOSTRE IN ITALIA: CENTRO, SUD E ISOLE MOSTRE A ROMA MOSTRE IN LAZIO MOSTRE IN TOSCANA MOSTRE IN UMBRIA E MARCHE MOSTRE IN CAMPANIA e CALABRIA MOSTRE IN SARDEGNA e SICILIA Mostre in Puglia , Basilicata, Abruzzo e Molise MIIT -MOSTRE IN ITALIA: calendario INAUGURAZIONI MOSTRE IN ITALIA CHIUSURA MOSTRE IN ITALIA MOSTRE PROROGATE TUTTE LE MOSTRE IN ORDINE CRONOLOGICO MIIT - Mostre in Italia Le mostre imperdibili in Italia Mostre in Italia di artisti del XXI secolo Mostre in Italia di artisti del XIX e XX secolo Mostre in Italia di arte moderna Mostre in Italia di arte antica, classica e medievale Mostre fotografiche, multimediali e installazioni in Italia MIIT - NEWS E CRITICA D'ARTE CRITICA D'ARTE OGGI VIVI L'ARTE, fiere, tour e... NEWS DAI MUSEI News d'arte Mostre a Parma e provincia

Cerca