<
Novembre 2018
>

Suoni in Abbazia - Giulio Stermieri Stopping Trio

CSAC - Centro Studi e Archivio della Comunicazione dell'Università di Parma, Via Viazza di Paradigna, Parma, PR, Italia
Suoni in Abbazia - Giulio Stermieri Stopping Trio

CSAC - Centro Studi e Archivio della Comunicazione dell’Università di Parma

e Associazione Culturale Rest-Art

presentano

Giulio Stermieri Stopping Trio

in collaborazione con ParmaFrontiere

 

Mercoledì 4 luglio 2018, ore 21 Abbazia di Valserena

Strada Viazza di Paradigna, 1 (Parma)

 

Mercoledì 4 luglio alle ore 21 va in scena allo CSAC di Parma Giulio Stermieri Stopping Trio, per un concerto in collaborazione con ParmaFrontiere. Il trio guidato da Giulio Stermieri - votato tra i migliori tastieristi italiani agli ultimi Jazzit Awards - con Giacomo Marzi al basso e Andrea Burani alle percussioni, è espressione di alcune delle realtà più interessanti del nuovo jazz italiano e ha già pubblicato con Auand nel 2017 l’album omonimo.

 

Lo spettacolo fa parte della rassegna Suoni in Abbazia, organizzata insieme a Associazione Culturale Rest-Art e realizzata con il contributo di Fondazione Cariparma.

La sede di tutti i concerti è anche quest’anno la straordinaria Abbazia di Valserena, spazio espositivo dello CSAC, che ospiterà un programma dedicato alla musica contemporanea, all’improvvisazione e alla rilettura della tradizione, con proposte pensate specificamente in relazione al luogo e alle attività in corso.

 

Il costo del biglietto sarà di dieci euro, mentre chi parteciperà alla cena presso la Locanda Abbazia potrà assistere al concerto soli otto euro. Ingresso gratuito per gli studenti dell’Università di Parma e del Conservatorio, ridotto a cinque euro per tutto il personale dell’Università di Parma. Per info e prenotazioni scrivere a servizimuseali@csacparma.it oppure telefonare al numero +39 0521.607791.

 

Giulio Stermieri Stopping Trio

 

Giulio Stermieri, votato tra i migliori tastieristi italiani agli ultimi Jazzit Awards, laureato con lode presso il Conservatorio di Parma con Alberto Tacchini, studia con Paolo Birro presso il Conservatorio di Vicenza. Dal 2011 al 2014 è attivo con la band jazz-rock Foursome, con cui pubblica due album di sue composizioni. Dal 2013 al 2017 suona Hammond e pianoforte negli Assassins di Francesco Cusa, registrando tre album ed esibendosi in Italia, Slovenia, Francia e Olanda. Dal 2015 guida lo Stopping Trio a suo nome, con Giacomo Marzi ed Andrea Burani, pubblicando con Auand nel 2017 l'album omonimo. Cristiano Arcelli, Massimiliano Milesi e Andrea Baronchelli completano lo Stopping Sextet. Altri progetti di rilievo sono il duo Mizar con Flavio Zanuttini, il trio Bred con Federico Negri e Martino De Franceschi e Aparticle, quartetto con Michele Bonifati, Cristiano Arcelli ed Ermanno Baron che pubblica nel 2018 “Bulbs” per UR Records. Tra le formazioni ora più attive in cui è sideman, il quartetto Rust di Luca Dalpozzo, con Matteo Sabattini e Marco Frattini, e il trio The Storytellers di Paolo Bacchetta, con Zeno De Rossi

 

Giacomo Marzi, nato nel 1988, si avvicina per la prima volta alla musica solo a 18 anni con lo studio del basso elettrico. Entro breve acquisisce una vasta esperienza in vari generi, soprattutto in ambito jazzistico, e oltre a scrivere articoli come critico musicale per la Gazzetta di Parma arriva a condividere il palco in pochi anni con musicisti come Carlo Atti, Paolo Tomelleri, Emilio Soana, Marco Brioschi, Ellade Bandini, Stefania Rava, Mattia Cigalini, Emiliano Vernizzi, Edoardo Marraffa. Dal 2012 si dedica allo studio del contrabbasso sotto la guida del M° Roberto Bonati, frequentando i corsi del dipartimento di jazz del Conservatorio “Arrigo Boito” di Parma, dividendosi tra lo studio del jazz e della tradizione europea classica europea, arrivando anche a collaborare col M° Pietro Veneri nei corsi di direzione d’orchestra o suonando sotto la direzione del M° Pierpaolo Maurizzi, per poi seguire una masterclass di musica da camera diretta dal M° Kolja Lessing. Nel 2013 è stato scelto dal M° Danilo Grassi in una selezione orchestrale del Conservatorio per un concerto con Elio delle Storie Tese. Nel 2014 viene coinvolto come membro stabile (assieme all’affermato batterista Paolo Mozzoni) nel progetto “Ming. 3 Bloose Trio” condotto dal M° Vincenzo Mingiardi, docente di chitarra presso il dipartimento di jazz del Conservatorio dove lo stesso contrabbassista è studente. Parallelamente, ad aprile 2014 si laurea in giurisprudenza presso l'Università degli Studi di Parma. Festival di respiro internazionale a cui ha partecipato: Zola Jazz & Wine 2013, ParmaJazz Frontiere Off 2013, Jesi Jazz Festival 2014, ParmaJazz Frontiere 2014, ParmaJazz Frontiere 2015, Piacenza Suona Jazz 2016.

 

Andrea Burani inizia l’attività concertistica con la High Society Swing Orchestra partecipando a diverse rassegne e festival, arrivando nel 1985 alle selezioni finali della Coppa del Jazz di Rai Stereo Uno e nello stesso anno al Festival Jazz dei gruppi emergenti di Forlì.

Collabora con molti musicisti dell’area emiliano romagnola tra cui: P. Odorici, M.Tamburini, C. Atti, T. Ciavarella, M. Francesconi, J. Pisto, J. Villotti, S. Calzolari, D. Fregni, N. Menci, P. Benedettini, F. del Gaudio, G. Martirani, G. Gualandi. Suona inoltre con Bob Stoloff, Mark Murphy, Fred Henke, M. Allen, A. Miles G. Basso, G. Baiocco, H. Gualdi, P. Farina, F. Bosso. Suona con la Blue Midnight Orchestra, con cui incide un cd prodotto dalla Cantina Bentivoglio, e con i Jumpin’ Shoes, con cui si esibisce in Svizzera, Slovenia, Montecarlo ed al Rock Swing Festival di Monaco nelle edizioni del 2008 e del 2009. Partecipa al Festival di Pechino con il quintetto di Ivan Valentini, con il quale incide il disco “Light and Darkness”.

Nel 2016 registra insieme al contrabbassista Simone Di Benedetto un cd di brani originali che vede la collaborazione di Achille Succi al sax e clarinetto basso.

 

 

La rassegna "Suoni in Abbazia" proseguirà con l'ultimo appuntamento:

Venerdì 19/10/18, ore 21:00

Alessandro Lanzoni piano solo

Around Verdi

_____

 

Cos’è lo CSAC

Lo CSAC - Centro Studi e Archivio della Comunicazione dell’Università di Parma, fondato nel 1968 da Arturo Carlo Quintavalle e situato nell’Abbazia cistercense di Valserena, raccoglie e conserva materiali originali della comunicazione visiva, della ricerca artistica e progettuale italiana a partire dai primi decenni del XX secolo. Un patrimonio di oltre 12 milioni di pezzi suddivisi in cinque sezioni: Arte (oltre 1.700 dipinti, 300 sculture, 17.000 disegni), Fotografia (con oltre 300 fondi e più di 9 milioni di immagini), Media (7.000 bozzetti di manifesti, 2.000 manifesti cinematografici, 11.000 disegni di satira e fumetto e 3.000 disegni per illustrazione), Progetto (1.500.000 disegni, 800 maquettes, 2000 oggetti e circa 70.000 pezzi tra figurini, disegni, schizzi, abiti e riviste di Moda) e Spettacolo (100 film originali, 4.000 video-tape e numerosi apparecchi cinematografici antichi).

Lo CSAC oggi è uno spazio multifunzionale, dove si integrano un Archivio, un Museo e un Centro di Ricerca e Didattica. Una formula unica in Italia, che mantiene e potenzia le attività sino ad ora condotte di consulenza e collaborazione all’istruzione universitaria con seminari, workshop e tirocini, di organizzazione di mostre e pubblicazione dei rispettivi cataloghi (oltre 120 dal 1969 ad oggi), e di prestito e supporto ad esposizioni in altri musei tra cui il MoMA di New York, il Centre Pompidou di Parigi, il Tokyo Design Center, Triennale di Milano e il Museo Nacional Centro de Arte Reina Sofia di Madrid.

 

CSAC - Centro Studi e Archivio della Comunicazione

Abbazia di Valserena

Strada Viazza di Paradigna, 1 (Parma)

www.csacparma.it

 

Ingresso

10 euro

Ingresso gratuito per gli studenti dell’Università di Parma e del Conservatorio, ridotto a cinque euro per tutto il personale dell’Università di Parma.

 

Per informazioni e prenotazioni

+39 0521 607791

servizimuseali@csacparma.it

 

 

Per la vostra sosta

Corale Verdi  Vicolo Asdente, 9 a  Parma, e potete  venirci a trovare  anche passando dal Parco Ducale Info e prenotazioni 0521/237912

     Trattoria Ronzoni- Via Bruno Longhi, 3 - 43121 Parma Tel. 0521-230146

Ristorante La Forchetta Borgo S.Biagio 6/D – 43121 Parma (mappa) Tel.0521-208812

Ristorante Angiol D'Or a Parma in Piazza Duomo Vicolo Scutellari, 1  Tel. 0521 282632

RISTORANTE OMBRE ROSSE B.go G. Tommasini, 18 – 43121 PARMA Tel.      0521.289575

Ristorante Il Trovatore via Affò n.2 Parma Tel. 0521.236905  (chuso la domenica)

Le Bistro Piazza Garibaldi, Parma tel. 0521 200188

Bar Ristorante-Pizzeria "Al Petitot" Via Torelli, 1/A (davanti allo stadio Tardini) Tel. 0521-235594/22138

Bastian Contrario Str. Inzani 34/A (lat. via D'Azeglio) Parma tel. 3478113440 (Pub) 3400047499 (Beershop)  

Caffetteria La Pulcinella P.zza Picelli 13 tel 0521-711708

HighlanderPub Beershop Di Parma via La Spezia 51/a Parma info: 0521 253921

Trattoria Antichi Sapori Str. Montanara, 318 43124 Gaione - Parma  Tel. 0521 64 81 65

Un posto al sole ristorante pizzeria VIALE VITTORIA 43 PARMA (PR) T 0521 207165 facebook 

Rangon  Trattoria tipica parmigiana ed enoteca

Borgo delle Colonne, 26 tel. 0521- 231019

Trattoria Scarica Via Martinella, 192 - Alberi (PR) - Tel. 0521/648130   info@trattoriascarica.it CHIUSO IL MERCOLEDI’ E GIOVEDÌ 

Trattoria da Romeo

Via Traversetolo 185/a Botteghino di Porporano Parma tel 0521-641167

PIZZA FANTASY  SERVIZIO GRATUITO A DOMICILIO  in Via Spezia, 57 Parma TEL 0521. 257373 

 

 

 

 

Forse ti potrebbero interessare: