Home Eventi Fiere, feste e festival Food e locali Mercatini Under 14 Spettacoli e Cinema Spettacoli Musica classica, sacra e lirica Cinema Parma Cinema in provincia Mostre a Parma e in Italia Mostre a Parma e provincia Mostre in Emilia Romagna Mostre in Italia Grandi mostre in Italia Mostre on line e virtual tour Installazioni e mostre all'aperto News d'arte Arte, Cultura e news Arte Incontri e libri News, corsi e informazioni utili Promozioni e biglietti Sport, Natura e Animali Cani, gatti e... Trekking e natura Tornei, giochi e sport

Traversetolo: In arrivo i Centri estivi per l’estate 2020 Si rivolgono alla fascia di età da tre a 13 anni.

Traversetolo
Traversetolo: In arrivo i Centri estivi per l’estate 2020  Si rivolgono alla fascia di età da tre a 13 anni.

 Le attività, ricreative, sportive e formative, saranno svolte nel rispetto delle norme di sicurezza anticovid-19. L’assessore Manconi: “Grazie ai gestori che, nonostante le tante difficoltà causate dall’emergenza, offrono questa bella opportunità alle famiglie”.

 

 Tra il 22 e il 29 giugno apriranno i Centri estivi a Traversetolo. Sono tre e, nel complesso, coprono la fascia di età da tre a 13 anni. C'è lo Junior Summer Camp “Il magico Paoletti”, gestito dalla scuola dell'infanzia e nido omonima, per bambini e bambine da tre a sei anni, che si protrarrà fino al 7 agosto. Andrà fino al 7 agosto anche il Centro estivo della scuola materna Madonna di Fatima di Mamiano per bambini in età di scuola dell'infanzia e delle classi prima, seconda e terza della primaria. Infine, per bambini e ragazzi da sei a 13 anni, c'è l'offerta del “Summer Camp”, dell’associazione sportiva dilettantistica Palagym Traversetolo, fino al 24 luglio. Tutte le attività, ricreative, sportive e formative, si svolgeranno - garantiscono i gestori - con le cautele e le protezioni previste dai protocolli governativi e regionali per la prevenzione del covid-19. Le iscrizioni ai Centri si possono effettuare in questi giorni. Le informazioni dettagliate sul sito del comune www.comune.traversetolo.pr.it

 

I Centri estivi sono una risposta a un bisogno delle famiglie del paese; lo hanno espresso in un questionario conoscitivo che l'amministrazione ha somministrato per capire quanto interesse ci fosse a usufruire dei Campi in un'estate particolare come questa del 2020. Perché, se da una parte l'organizzazione delle attività è sicuramente più complessa rispetto agli anni passati a causa dell’emergenza sanitaria, dall'altra bambini e ragazzi vengono da un lungo periodo di isolamento, per cui ancora più importante diventa il recupero della dimensione della socialità, senza contare il supporto che viene dato ai genitori che lavorano.

Anche per questo, dopo l'autorizzazione di Governo e Regione e l'emanazione dei protocolli per la sicurezza, i soggetti gestori, con il supporto del Comune, hanno deciso di attivare i Campi. A loro va il ringraziamento riconoscente dell'assessore alla Scuola Elisabetta Manconi, sia livello personale che a nome di tutta l'amministrazione: "Nonostante le difficoltà che il rispetto delle misure anticontagio hanno introdotto nella gestione dei Centri estivi e alla lievitazione dei costi che devono sostenere, i gestori non si sono tirati indietro e hanno deciso di offrire ugualmente questo importante servizio alla cittadinanza e alle famiglie, avendo a cuore il benessere dei più giovani e, conseguentemente, dei loro genitori. E lo fanno sobbarcandosi un lavoro sicuramente più gravoso, anche per le ancora maggiori responsabilità che quest'anno comporta".

Ma l'entusiasmo non manca, come sottolinea Mauro Bernardi, responsabile del Palagym: "Il valore sociale dello sport non può venire meno in questi frangenti. Al Palagym ripartiamo, nella consapevolezza delle difficoltà, per offrire un servizio alla nostra comunità e per non interrompere un cammino lungo trent'anni".

E “Il Paoletti” non è da meno, spiega il presidente Giovanni Canetti: “Pieno di idee e pronto a cominciare, il personale della scuola, "formato covid-19", accoglierà i bambini negli spazi debitamente predisposti, per far loro trascorrere le giornate estive all'insegna dello svago, delle attività all'aria aperta, di una socialità che offra, al contempo, stimoli ludici e formativi e, soprattutto, di un progetto educativo mirato a "ritornare alla normalità".

Anche a Mamiano la volontà è quella di dare un servizio alle famiglie e soprattutto, precisa Clemente Pedrona, presidente della scuola materna Madonna di Fatima, di “rispondere alla esigenza dei bambini di riprendere una vita normale, con contatti, attività e giochi con i compagni di età”. Pedrona affronta anche la questione dei costi, “superiori a quelli degli scorsi anni per l'organizzazione che dobbiamo osservare, come il prevedere un educatore ogni cinque bambini. Speriamo che arrivino i contributi statali previsti dal decreto governativo, per poter alleviare il nostro elevato impegno economico".

 

A proposito della spesa, c’è da ricordare anche che i gestori dei Centri estivi stanno anche procedendo all'accreditamento per permettere alle famiglie di presentare richiesta di voucher/agevolazione economica e avere così un aiuto nel sostenere i costi dei Campi.

Traversetolo

Categorie

Eventi Fiere, feste e festival Food e locali Mercatini Under 14 Spettacoli e Cinema Spettacoli Musica classica, sacra e lirica Cinema Parma Cinema in provincia Mostre a Parma e in Italia Mostre a Parma e provincia Mostre in Emilia Romagna Mostre in Italia Grandi mostre in Italia Mostre on line e virtual tour Installazioni e mostre all'aperto News d'arte Arte, Cultura e news Arte Incontri e libri News, corsi e informazioni utili Promozioni e biglietti Sport, Natura e Animali Cani, gatti e... Trekking e natura Tornei, giochi e sport

Cerca